archeologhi Lucca

Attività professionali

Elisabetta Abela, da sempre appassionata di archeologia, da anni si occupa a tempo pieno e con competenza di scavi, allestimenti museali, studi sul territorio e catalogazione di molte tipologie di reperti archeologici. Nel corso del suo percorso professionale ha collaborato a molti progetti nazionali ed internazionali, affinando le competenze con sempre nuove esperienze, tanto che oggi è un punto di riferimento per il settore archeologico.

Abela Elisabetta è collaboratrice della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, è una professionista abilitata dal Ministero dei Beni Culturali per i servizi di progettazione e conduzione di indagini di Archeologia Preventiva. Supportata dalla sua equipe, costituita da professionisti di settore molto qualificati, per i diversi contesti, di fronte ad ogni esigenza di carattere archeologico, Elisabetta Abela ha competenze, esperienze e capacità per mettere a disposizione la soluzione più adeguata, in tempi rapidi.

Gli strumenti multimediali costituiscono un veicolo privilegiato per la valorizzazione e promozione della ricchezza archeologica del nostro paese

Studio sul territorio

Elisabetta Abela ha lavorato a molti studi sul territorio, e sotto vi è una selezione di alcuni degli studi seguiti.


  • Incarico di redazione del “Documento di Valutazione Archeologica Preventiva”, per un impianto fotovoltaico nel territorio di Porcari (Lucca).

    Committente: Italfotovoltaica di Roma, 2011.

  • Incarico di consulenza archeologica nella progettazione degli interventi da realizzare nel Progetto Urbanistico “PIUSS Lucca Dentro”.

    Committente: Comune di Lucca, 2010. 
  • Incarico di redazione della “Carta archeologica” del territorio comunale con schede complete dei singoli siti di interesse archeologico e della “Carta di rischio archeologico”, comprendente le fasce territoriali ad alto potenziale archeologico.

    Committente: Comune di Pietrasanta (Lucca), 2004.
  • Incarico di redazione delle “Carte archeologiche” del territorio comunale con la schedatura completa dei siti di interesse archeologico e delle “Carte dei Beni di interesse Storico e Artistico” con relative schede sugli edifici e monumenti di rilievo.

    Committente: Comune di Castelfranco di Sotto (Pisa), 1997.
  • Incarico di redazione del “Documento di Valutazione Archeologica Preventiva”, per un impianto fotovoltaico nel territorio di Porcari (Lucca).

    Committente: Italfotovoltaica di Roma, 2011.
  • Incarico di consulenza archeologica nella progettazione degli interventi da realizzare nel Progetto Urbanistico “PIUSS Lucca Dentro”.

    Committente: Comune di Lucca, 2010.
  • Incarico di redazione della “Carta archeologica” del territorio comunale con schede complete dei singoli siti di interesse archeologico e della “Carta di rischio archeologico”, comprendente le fasce territoriali ad alto potenziale archeologico.

    Committente: Comune di Pietrasanta (Lucca), 2004.
  • Incarico di redazione delle “Carte archeologiche” del territorio comunale con la schedatura completa dei siti di interesse archeologico e delle “Carte dei Beni di interesse Storico e Artistico” con relative schede sugli edifici e monumenti di rilievo.

    Committente: Comune di Castelfranco di Sotto (Pisa), 1997.

Catalogazioni

Elisabetta Abela è Schedatore della Soprintendenza Archeologia della Toscana, ed ha svolto vari incarichi di catalogazione di reperti archeologici per molte collezioni museali e depositi ministeriali.

2010-2011
  • Ceramiche e reperti vari dagli scavi della Badia di San Salvatore a Vaiano (PO). Centro di Restauro della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, periodo tardoantico e medievale. Schede di precatalogazione a Cassetta.
2009
  • Ceramiche dagli scavi della Badia di San Salvatore a Vaiano (PO). Centro di Restauro della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, periodo tardoantico e medievale. Schede OA della Soprintendenza per i Beni AAAS di Firenze.
2008
  • Raccolta Storica del Comune di Altopascio (LU). Esposizione permanente in Sala Granai di Piazza Ospitalieri, periodo Medievale e rinascimentale. Schede inventariali.
2006
  • Ceramiche e reperti dal territorio di Altopascio (LU). Deposito Archeologico Comunale di Altopascio, periodo romano e medievale. Schede di precatalogazione a Cassetta. 
2000
  • Reperti dallo scavo dell’area portuale romana, Area 10, Stazione di S.Rossore (PI). Deposito SAT di Pisa - Reperti di età romana. Schede di precatalogazione a Cassetta.
1999
  • Reperti dal territorio capannorese. Deposito del Gruppo Archeologico QUARTO a Capannori (LU), periodo etrusco-romano-medievale. Schede di precatalogazione a Cassetta. Reperti selezionati per l’esposizione “Il territorio di Capannori dal Paleolitico medio all’Età Altoedioevale”, Palazzo Pera-Capannori (LU). Schede inventariali R.A.
1998
  • Reperti dal Valdarno Inferiore selezionati per l’esposizione permanente “Archeologia del territorio dalla preistoria al medioevo” a Castelfranco di Sotto (PI). Dall’età del Bronzo al Rinascimento, Museo Deposito Civico. Schede di precatalogazione a Cassetta.
1995
  • Reperti provenienti da scavi archeologici della Piana di Lucca. Deposito della Soprintendenza aia Beni Archeologici, Museo Nazionale di Villa Guinigi (Lucca) periodo etrusco e romano. Schede di precatalogazione a Cassetta. Reperti provenienti dallo scavo di Piazza Dante a Pisa (1991). Deposito della Soprintendenza per i beni Archeologici, Pisa, periodo etrusco, romano, e medievale. Schede di precatalogazione a Cassetta.